Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
daffy-duck-4

alcune bufale e notizie false messe in giro sul metanodotto tap.

la comprensibile protesta di molte persone contrarie alla realizzazione del metanodotto tap in puglia è però il contenitore in cui si riversano decine di notizie farlocche. chissà quante notizie imprecise ho divulgato io stesso, inconsapevolmente, forse addirittura in questo stesso articolo (nel caso, mi scuso in anticipo con i lettori).

nei giorni scorsi ho raccolto tramite la rete molte notizie false sul tap.
che il progetto tap non piaccia è legittimo, legittimissimo. ed è legittimo opporsi alla sua realizzazione, però nei modi consentiti dalla legge. ma spesso i motivi comprensibili dell’opposizione a una nuova opera (clicca qui per leggere la storia del primo grande fenomeno nimby, avvenuto due secoli fa) vengono rivestiti di motivazioni emotive e farlocche.
ecco una selezione di alcune delle bufale che girano sul progetto.

due bufale dei sì-tap

questi bloccano l’italia per 200 olivi.
(falso. i 200 ulivi sono quelli del tratto tap fra la costa e l’impianto di ricezione a masseria capitano, località di melendugno. e poi ci sono altre migliaia di olivi da spostare fra melendugno e mesagne, dove viene posata la bretella snam di collegamento con la grande dorsale nazionale).

variante: questi bloccano l’italia per 8 chilometri di tubo.
(falso. gli 8 chilometri sono il tratto tap fra la costa e l’impianto di ricezione a masseria capitano, località di melendugno. e poi c’è un’altra 60ina di chilometri di conduttura snam da posare da melendugno fino a mesagne per collegare la condotta alla grande dorsale nazionale).

capitolo ulivi

gli ulivi non si possono rimpiantare o spostare.
(falso. gli olivi si espiantano e ripiantano normalmente per costruire strade, allargare marciapiedi, posare tubi del gas fogna acqua, per costruire pollai o capannoni di gommisti e così via. clicca qui per leggere uno degli studi sulla gestione degli ulivi lungo il tracciato del gasdotto).

saranno tagliati 10mila alberi.
(è falsa la notizia del taglio. gli olivi saranno trasferiti e poi finita la posa del tubo saranno ripiantati dov’erano. è verosimile per dimensione il numero degli alberi da spostare e poi ricollocare al loro posto, non so se saranno 10mila; sicuramente saranno molte migliaia. clicca qui per leggere uno degli studi sulla collocazione degli ulivi presenti lungo il tracciato).

nessun ulivo è stato mai spostato in puglia.
(nella sola provincia di lecce si spostano in media 40mila olivi l’anno).

nessun ulivo è mai stato spostato per far passare l’acquedotto pugliese.
(nel settembre scorso per completare una condotta di 37,5 chilometri l’acquedotto pugliese ha spostato 2.500 ulivi. clicca qui per leggere la notizia originale della regione puglia).

il metanodotto farà seccare tutti gli alberi vicini.
(falso. avrà lo stesso effetto dei tubi dell’acqua potabile e della fogna).

nessun ulivo è mai stato abbattuto in puglia per far posto ai pannelli solari.
(non lo so, ma mi suona falso. ripeto però che non lo so).

capitolo salento

saranno 60 chilometri di puglia distrutta.
(fallace. i lavori saranno sì impegnativi, ma non “distruggeranno” 60 chilometri di puglia. l’impatto sarà uguale all’impatto di 60 chilometri di acquedotto o 60 chilometri di collettore fognario).

il tap attiverà una faglia sismica che passa da melendugno.
(falso. il tap senza sfiorare strutture geologiche passa a pochi metri di profondità sotto la superficie del terreno: la profondità a cui passano i tubi dell’acqua potabile e della fogna. clicca qui per leggere l’indagine geofisica).

il tap danneggia l’immagine del salento.
(non lo so. pongo qualche domanda. il tap danneggia l’immagine anche delle altre zone attraversate, per esempio danneggia l’immagine della grecia o della turchia? quanto l’immagine del salento è danneggiata dalla confusione e dalla notorietà creata dai no-tap?).

sarà un ecomostro di 12 ettari di estensione.
(falso. come per gli altri 32mila chilometri di metanodotti in alta pressione presenti da decenni in italia, quando sarà posato e ricoperto e l’erba sarà ricresciuta sul terreno, non si vedrà più nulla).

l’impatto paesaggistico è devastante.
(falso. come per gli altri 32mila chilometri di metanodotti in alta pressione presenti da decenni in italia, quando sarà posato e ricoperto e l’erba sarà ricresciuta sul terreno, non si vedrà più nulla. clicca qui per leggere il documento sul paesaggio).

il substrato non regge.
(il substrato non regge?).

il salento è incontaminato.
(falso. è incontaminato il salento antropizzato da almeno 4mila anni e la cui biodiversità è stata azzerata a favore della monocoltura estensiva dell’olivo?).

capitolo legittimità

la tap ha corrotto i giudici di ogni grado.
(mi sembra improbabile che – nella sequela infinita di sentenze a favore del tap espresse da diversissimi collegi giudicanti e da magistrature di ogni ordine e grado – la società tap abbia corrotto tutto e tutti. propendo per l’ipotesi che in effetti ne capisca di diritto più di me chi di diritto ne capisce più di me).

variante 1: la tap ha corrotto la polizia.
(ha corrotto la polizia?).

variante 2: la tap ha corrotto i giornali, che sono a libro paga della tap.
(io sono un fesso con il botto per tanti motivi ma anche perché non ho strappato alla tap nemmeno un euro di prebenda. mi pagasse, almeno).

siamo in una democrazia diretta e non rappresentativa.
(è stata cambiata la costituzione senza dircelo?)

il governo che ha autorizzato tap non è legittimo.
(è stata cambiata la costituzione senza dircelo?)

capitolo conduttura

è un tubo di 3 metri di diametro.
(falso. poco più di un metro. a titolo di confronto, le condotte primarie dell’acquedotto pugliese hanno 1,4 metri di diametro).

saranno due tubi di 3 metri di diametro.
(falso).

capitolo mare e spiaggia

ci saranno danni alla pesca.
(falso).

verrà distrutta la posidonia oceanica.
(falso. al contrario. il tratto di fondale marino davanti a melendugno è uno dei pochi della costa salentino in cui non c’è prateria di posidonia. clicca qui per leggere lo studio sulla posidonia).

i rilevatori nascondono la presenza di posidonia oceanica.
(eddài! clicca qui per leggere lo studio sulla posidonia).

la spiaggia di san foca non sarà più accessibile.
(falso).

variante 1: la spiaggia di san foca non sarà più balneabile.
(falso).

variante 2: la spiaggia di san foca sarà distrutta.
(falso).

capitolo enti locali

gli enti locali non erano stati informati in tempo.
(in tempo?).

è stato impossibile presentare proposte alternative.
(falso. si veda per esempio lo studio “ipotesi di approdo alternativo nel comune di brindisi. studio congiunto regione puglia-tap ag. verifica di fattibilità. 2 marzo 2016”. clicca qui per leggere uno dei molti studi sui tracciati alternativi).

il tap è stato dichiarato strategico dal governo tre giorni dopo il parere negativo della sovrintendenza.
(non lo so. può essere vero. non lo so proprio).

la regione puglia è sempre stata contraria.
(è vero che a lungo la regione è stata ambigua, e tuttora la posizione della regione è ambigua).

capitolo comitati no-tap

i bambini non sono stati utilizzati per bloccare i camion.
(non lo so. i comitati no-tap sono stati accusati di avere usato i bambini come “scudi umani”, ma mi pare un’accusa stupida e ingiusta. probabilmente, ma non ho certezze, in qualche caso è stato fotografato qualche bambino come simbolo della protesta).

le azioni di tap sono fuorilegge.
(lo affermano i comitati no-tap. finora tutte le sentenze hanno smentito questa asserzione, che ritengo falsa, ma è solamente un mio parere e non ho strumenti per verificare).

le sassaiole contro il cantiere tap sono state autoinflitte da tap per incolpare i no-tap.
(per piacere!)

le recinzioni del cantiere tap sono state divelte dalla tap stessa per incolpare i no-tap.
(abbiate pietà).

gli incendi attorno al cantiere tap sono stati appiccati dalla tap stessa per incolpare i no-tap.
(mabasta!)

i muretti a secco smantellati attorno al cantiere tap sono stati distrutti dalla tap stessa per incolpare i no-tap.
(suvvia! clicca qui per leggere lo studio sul ripristino dei muretti a secco).

i no-tap difendono la costituzione.
(non difendono la costituzione. stando alla legislazione italiana, quell’opera si può fare. i no-tap non difendono la costituzione: semplicemente contrastano la realizzazione del gasdotto).

tutto il popolo è contrario al metanodotto tap.
(tutto il popolo).

capitolo xylella fastidiosa

la xylella è introdotta apposta per favorire il tap.
(falso. siamo a livello di “la terra in realtà è piatta ma c’è una grande cospirazione per nasconderci questa verità”).

variante 1: la xylella è stata introdotta da tap.
(falso e potrebbe meritare una querela per diffamazione).

variante 2: la xylella è stata introdotta per imporre la soltituzione degli olivi pugliesi con olivi ogm.
(che io sappia, non esistono olivi ogm. ma posso sbagliarmi. anni fa era stata tentata un’interessantissima sperimentazione dell’università della tuscia, vietata dalle successive norme italiane anti-ogm che hanno portato a stradicare e uccidere i pochi esemplari ogm sperimentali).

variante 3: la xylella è stata introdotta per favorire gli olivi ogm della monsanto.
(falso e non esistono olivi ogm della monsanto).

variante 4: la xylella in realtà è curabile, ma la cura è stata nascosta dalla tap.
(falso e potrebbe meritare una querela per diffamazione).

capitolo economia del metano

il tap non porterà nemmeno un posto di lavoro.
(fallace. il gasdotto tap porterà un beneficio occupazionale per il superlavoro richiesto alle imprese edili impegnate nelle opere di posa. poi però, chiuso il cantiere, la successiva gestione del metanodotto impegnerà un numero modesto di addetti).

la tap è stata condannata per mafia.
(falso).

il metano è un combustibile obsoleto.
(falso. l’unione europea indica il metano come combustibile principe della de-carbonizzazione verso le fonti rinnovabili di energia).

i consumi di metano sono in calo.
(falso. per esempio, nel periodo gennaio-marzo 2017 la domanda italiana di metano è cresciuta dell’8%, nel periodo gennaio-febbraio del +15,5%. clicca qui per vedere alcune cifre del mercato del gas).

nel tap transiterà gas russo, non gas azero.
(fallace. alle condizioni attuali è falso che il tap possa importare metano russo; tuttavia non ho motivi per escludere tassativamente che in futuro potrebbero transitare anche partite di metano russo. non so ancora predire il futuro).

il gas azero sarà insufficiente per le dimensioni del metanodotto.
(non lo so. potrebbe essere vero. tuttavia il tap potrebbe in futuro raccogliere e convogliare verso i mercati europei anche il metano dei giacimenti degli altri paesi dell’asia centrale e del vicino oriente).

il tap non sfavorisce la russia di putin.
(falso. la gazprom vede il tap come sabbia negli occhi).

il metano del tap non sarà utilizzabile in italia.
(asserzione di pura fantasia).

variante: il metano del tap non sarà usato in italia.
(falso. il metano azero verrà in parte distribuito ai consumatori presenti lungo il tracciato lungo la penisola e la parte rimanente sarà immessa negli stoccaggi di gas del nord italia, come a minerbio nella bassa bolognese, da dove sarà rivenduto al mercato italiano e forse potrà anche essere esportato oltre le alpi, se il mercato internazionale ne richiederà quote).

capitolo emissioni in aria e in acqua

il metano inquina.
(fallace. il metano è il combustibile fossile meno inquinante. il metano inquina molto molto meno della legna e dei pellet).

l’uso di metano produce emissione di polveri sottili.
(falso. inoltre, ciò che in assoluto produce più polveri sottili è la combustione di legna e di pellet).

si possono usare le fonti rinnovabili di energia al posto del metano.
(fallace. si possono usare le fonti rinnovabili di energia in sostituzione di alcune, purtroppo poche, applicazioni del metano).

le fonti rinnovabili di energia non inquinano.
(fallace. alcune fonti rinnovabili di energia inquinano. altre no. altre, inquinano moltissimo. la combustione di legna per esempio è una delle fonti rinnovabili di energia più diffuse e ha fortissime emissioni di polveri fini e di sostanze pericolose).

il tap emetterà idrocarburi neurociti altamente cancerogeni.
(falso. non esistono idrocarburi neurociti. gli idrocarburi sono molecole formate da idrogeno e carbonio, invece i neurociti sono un tipo di cellule nervose. clicca qui per leggere l’impatto che il cantiere avrà sull’aria durante i lavori di posa e poi le emissioni del metanodotto in funzionamento ordinario).

variante: le emissioni di metano sono cancerogene.
(falso).

il carbone inquina meno del metano.
(non c’è senso del ridicolo).

capitolo impiantistico

la tecnologia del microtunnel non è mai stata testata.
(falso. è stata testata centinaia di volte in moltissimi settori. nel settore del gas, uno dei casi più noti in italia è il metanodotto che collega con la rete del metano il rigassificatore al largo di porto levante, passando sotto le lagune e le spiagge dell’area protetta del delta del po).

il microtunnel rilascerà alte concentrazioni di inquinanti in mare.
(falso. tuttavia durante il periodo di cantiere l’opera di scavo intorbiderà con la sabbia l’acqua attorno al lavoro. clicca qui per leggere lo studio sulla torbidità indotta nell’adriatico durante i lavori di scavo).

per riscaldare il gas si userà acqua di falda.
(falso).

l’opera seccherà sorgenti e falde acquifere del salento.
(falso. il tubo ha lo stesso impatto dei tubi dell’acqua potabile e della fogna. clicca qui per leggere lo studio sui pozzi della zona).

il metano verrà costantemente rilasciato in aria per ridurne la pressione.
(falso. il metano è il prodotto da vendere e non viene sprecato. è come dire che la fiat alla fine della catena di montaggio schiaccia in una pressa una macchina su dieci).

che il progetto tap non piaccia è legittimo, legittimissimo. ed è legittimo opporsi alla sua realizzazione, secondo i modi previsti dalla legge. ma spesso i motivi comprensibili dell’opposizione a una nuova opera (clicca qui per leggere la storia del primo grande fenomeno nimby, avvenuto due secoli fa) vengono rivestiti di motivazioni emotive e farlocche. io stesso, chissà, posso aver divulgato in modo inconsapevole alcune notizie sbagliate; forse addirittura in questo stesso articolo (nel caso, mi scuso in anticipo con i lettori). quindi, per saperne di più, oltre a una ricerca su google che consentirà di leggere le posizioni dei comitati no-tap, suggerisco di leggere i documenti raccolti dal ministero dell’ambiente (clicca qui), comprese le osservazioni contrarie al progetto espresse da comitati, cittadini, associazioni e istituzioni, e suggerisco in particolare i dettagli del progetto secondo lo studio di impatto ambientale (clicca qui).