Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

ambiente: tutte le invenzioni della “green economy” (anche il chewing gum dello yucatàn)

qui a rimini per ecomondo, quattoridicesima edizione della fiera dell'ambiente, del ricupero di materia ed energia, dello sviluppo sostenibile, oggi si parla di tecnologia ecologica, ovvero di ecologia tecnologica.

stamattina sono stati assegnati i premi sviluppo sostenibile (medaglia del presidente della repubblica) a tre aziende della green economy.
vincitori: my clima, lecce pen e plaxtech.
il premio sviluppo sostenibile è istituito dalla fondazione per lo sviluppo sostenibile (quella di edo ronchi, l'ex ministro dell'ambiente) con la collaborazione di ecomondo-rimini fiera.

la my clima di treviso ha vinto per la categria energia, la lecce pen di settimo torinese per il settore dei rifiuti e la plaxtech di udine per la categoria prodotti e servizi innovativi.

dice edo rochi: "nonostante la crisi, la green economy ha continuato a marciare e gli stessi numeri lo confermano, nel 2009, infatti, le rinnovabili, per potenza installata, sono aumentate dell' 11%; sempre nello stesso anno l' industria del riciclo è avanzata con un tasso medio di riciclo del 64%,128 comuni hanno deciso di installare pannelli solari negli edifici pubblici e il fatturato complessivo della green economy è stato valutato in 10 miliardi di euro. l' industria italiana ha capito che il fattore ambiente è una straordinazria occasione di sviluppo e di progresso".

la my clima del gruppo fiorini di treviso è stata premiata per la realizzazione della pompa geotermica domus di dimensioni ridotte – non più grande di un frigorifero – capace di fornire calore, raffrescamento e acqua calda. la gestione della pompa di calore domus si avvale anche di un sofistcato software, denominato galileus, che gestisce l'integrazione delle varie fonti.

la lecce pen (quella delle biro il cui fusto è realizzato di mater-bi biodegradabile) ha individuato un processo innovativo per riciclare il tetra pak, l'imballaggio dei "cartoni del latte" o del "brick del succo di frutta" formato da una scatola di cartole (cellulosa) al cui interno è appoggiata una pellicola-barriera (in genere plastica o un foglio sottilissimo di alluminio).
la lecce pen separa il cartoncino esterno dalla pellicola interna, che diventano così ricuperabili, carta con carta, plastica con plastica, alluminio con alluminio. plastica e alluminio si presentano sotto forma di granulato plastico denominato ecoallene.

la plaxtech, infine, si aggiudica il premio per la realizzazione di roteax: un sistema di stampaggio multiniezione a bassissima pressione che consente di riciclare anche tipologie diverse di plastiche a base poliolefinica, derivate dalla raccolta di rifiuti di plastiche miste pre e post-consumo, producendo manufatti di ottima qualità con un processo ecosostenibile a ciclo chiuso.

fra tutti i partecipanti sono state segnalate 10 imprese che si sono distinte per ciascuno dei tre settori del premio e fra queste sono stati scelti i tre vincitori. ecco le imprese segnalate cui è stata assegnata una targa di riconoscimento.

settore energia: la asl di rimini per un piano integrato per l'efficienza energetica e le fonti rinnovabili nei suoi ospedali, ambulatori uffici; chemtex italia di tortona per il primo impianto sperimentale per produrre bioetanolo di seconda generazione; dealer techno di civitavecchia per un'innovativa mini-turbina eolica; faam di monterubiano per "enviortech", costituito da una batteria ad alta efficienza e da una stazione di ricarica; icq holding di roma per una centrale termoelettrica da 2 mw che utilizza il calore recuperato dai fumi di una vetreria; lexmark international-centro leoni di milano, per la realizzazione di nuovi uffici progettati come spazi ecosostenibili con pareti in vetro riciclato; loccioni di angeli di rosola per "leaf community", una rete territoriale che ruota intorno ad una casa a zero emissioni e in cui ci muove con mezzi elettrici o a idrogeno; solarmaker di ceriale per un pannello fotovoltaico per le serre agricole che produce energia e, d'estate, ombreggia raffrescando; system photonic di fiorano per piasterelle ceramiche fotovoltaiche adatte anche per coperture di terrazze e piscine.

settore rifiuti: a2a di milano e brescia per un progetto integrato di prevenzione della produzione dei rifiuti a brescia; aliplast di ospetaletto di istriana per una filiera integrata di raccolta, trattamento, riciclo di rifiuti di plastiche di diversa provenienza; aspic di milano per sumus, un sacchetto in carta riciclata, biodegradabile per la raccolta dell'umido; bsb prefabbricati di noceto per un impianto di trattamento e riciclo delle ceneri e scorie post combustione; di giacomo giulio-organic chewing gum di ostia per chicza, chewing-gum di origine vegetale prodotto con gomma estratta da alberi della penisola dello yucatan; eco.el di cornedo vicentino per pannelli, pareti, oggetti di arredo urbano ottenuti con il vetro proveniente dal trattamento di tubi catodici e monitor; mr pet di bra per una raccolta differenziata che assegna, a chi conferisce bottiglie in pet in appositi contenitori, dei punti che danno diritto a compensi in denaro o a agevolazioni presso punti vendita; oppent di milano per automatic waste systemun: che consente di deporre i rifiuti in stazioni di carico da dove, con trasporto pneumatico in tubi sotterranei, vengono inviati ad una stazione ricevente che li compatta e invia a trattamento; romagna compost-gruppo hera di cesena per un impianto di riciclo di rifiuti organici con produzione di compost di qualita' e di energia e
lettrica da fonte rinnovabile.

settore prodotti e servizi innovativi: celli di san giovanni in marignano per "fonte alma": un sistema erogatore di acqua fresca, naturale o frizzante a basso consumo energetico; essedi di guspini per prodotti per l'edilizia ottenuti dal riciclo di rifiuti derivanti da agricoltura e allevamento; guidetti di renazzo per una macchina per il riciclo di cavi elettrici di rame e alluminio; iris ceramica di fiorano modenese per lastre ceramiche per pavimenti e rivestimenti antinquinanti e antibatteriche; palm di viadana per greenpallet, un pallet realizzato con un ciclo produttivo che minimizza gli impatti ambientali; renault italia per un programma per la diffusione di veicoli elettrici realizzati per tale tipo di alimentazione e dotati di batterie innovative; technology di altopascio per bioscrubber, uno scrubber che consente di sostituire l' impianto chimico di lavaggio dell' aria di processo con un impianto biologico; tecnofilm di sant'elpidio a mare per ecopower: una famiglia di elastomeri termoplastici realizzati riducendo l'uso di prodotti petroliferi, sostituiti con materiali vegetali; wellness innovation project di prato per prodotti per l'igiene della donna e del bambino (pannolini) completamente biodegradabili.

buone idee per un mondo (forse) migliore.