Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

la procura anti-ilva nella tempesta. un pm di taranto condannato a 15 anni, altri sotto inchiesta.

mi hanno detto che la procura anti-ilva è sottosopra.
"la procura è allo sbando", mi hanno precisato alcuni.

ho cercato di capire che accade nel pool inquirente tarantino e ho trovato qualcosa.

la settimana scorsa un pubblico ministero (ex pubblico ministero, pliiiz) della procura di taranto è stato condannato in primo grado a 15 (in lettere: quindici) anni di carcere per concussione e corruzione.

le accuse: minacce a un imprenditore, protezione di un congiunto, protezione di un bar abusivo, minacce a un politico fino a costringerlo a dimettersi per fare sciogliere un consiglio comunale.
(niente a che vedere con le vicende ilva).

era fra i magistrati più idolatrati dai (sedicenti) ecologisti anti-ilva.

due autorevoli colleghi del magistrato condannato (meglio: due ex colleghi), entrambi della procura di taranto, sono sotto accusa per falsa testimonianza.

erano fra i magistrati più idolatrati dai (sedicenti) ecologisti anti-ilva.

per saperne di più sul pool che accusa l'inquinamento di taranto, sulla sentenza di condanna del magistrato e sulla altre accuse clicca qui 

interessante questa lettura proposta da antonio giangrande che, partendo sulle notizie relative ai magistrati tarantini, fa un'analisi della menzogna.
della bugia giudiziaria e non giudiziaria.

infine, mi chiedo: sono vere e giustificate queste accuse contro alcuni dei magistrati che hanno inquisito decine di persone nei vari processi contro l'ilva di taranto? oppure questi magistrati sono vittime di un grande complotto punitivo contro di loro?

  • jacopo giliberto |

    … ed ecco un ennesimo sotutto che offende (“farneticazioni”) la verità e la realtà che non corrispondono ai suoi pregiudizi.

  • KLAUS.DURMONT |

    Ma l’estensore di questa farneticazione sa di che parla ? Il PM condannato a 15 anni non fa parte del pool di magistrati che si occupano del problema inquinamento del’ILVA. È sub judice per malversazioni in quel di Castellaneta paese della provincia ed è accusato di aver fatto favori al candicato sindaco e ad un commerciante del luogo. NOn è stato mai “idolatrato” dagli ecologisti, non è informato ma la PM che ha curato il tutto per sfociare nel prossimo processo ai 53 imputati si chiama dott. ssa TODISCO da giorni insignita della onorificenza Giudice LIVATINO in Sicilia. Scrivere farneticazioni è facile ma pocoi commendevole.

  Post Precedente
Post Successivo