Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

cronache dal fango. qui alessandria. il fiume tanaro allaga le golene.

alessandria. sull'argine del tanaro che difende il quartiere orti, quello devastato dalla piena assassina del '94.

il fiume color nocciola corre veloce mulinando tronchi, lembi di sacchetti di plastica, bottiglie schiacciate.
si allarga lentamente, e sta invadendo la golena.
bagna i tronchi dei pioppi dalle foglie gialle.

un gruppo di persone si ferma giù dall'argine, le scarpe nel fango, per leggere i numeri dell'idrometro "orti sicuri" che dà la misura dell'altezza dell'acqua.
è un palo piantato nel fango, con righe colorate e numeri.

la piena grossa, quella cattiva, è prevista per stasera.

  • G. Pansecco |

    Ho letto il suo articolo “Dove il grande Po è stato domato”. sono residente da una vita nel quartiere Orti.
    il Tanaro nasce e raccoglie gran parte delle acque del suo Bacino dalle Alpi, non dagli Appennini,
    la tangenziale di Alessandria non forma assolutamente argini di protezione dal Tanaro.
    I lavori inerenti la chiavica sul rio Loreto e la sopraelevazione di molti argini di circa un metro, non sono iniziati per un ricorso presentato da ITALIA NOSTRA, che recentemente è stato rigettato, per cui noi “ortolani” speriamo possano iniziare la prossima primavera per metterci in maggior sicurezza.
    La demolizione del ponte Cittadella tanto ostacolata da ITALIA NOSTRA, dai “BENI CULTURALI” e da alcune forze politiche della ns. Citta’ (solo questione di voti) ha consentito in miglior passaggio delle acque (circa 400 mc/s ovvero 4000 quintali di acqua al secondo),
    la città di Alessandria ed in particolare il quartiere Orti sono stati interessati nel 1994 da un’alluvione che ci ha regalato oltre a molti lutti, tre metri di acqua in casa per alcuni giorni. Pur restando perennemente in debito rispetto ai volontari che ci hanno aiutato in maniera fantastica, all’amministrazione Comunale di allora ed allo Stato; vorrei fare presente che questi cittadini Alessandrini testardi e musoni, in meno di un anno sono riusciti a ricostruire il rione Orti, e gran parte della città, senza piangere, senza chiedere continuamente soccorso, senza ricevere pensioni, senza rimanere sfollati a vita, senza tanto chiasso e senza sollevare polvere. Magari potrebbero essere di esempio per altri che sulle disgrazie ci campano.
    E quando il Tanaro è in piena rd i cittadini allarmati, ma ne hanno buoni motivi!
    Qui il fiume PO non è stato assolutamente domato, anche perchè non passa per Alessandria, ma ne costeggia solamente un tratto della provincia a circa 15 Km. dalla città.
    La sua è una gran bella penna, l’adoperi bene, e si ricordi sempre che lavora per il più prestigioso quotidiano!
    Saluti
    G. Pansecco

  Post Precedente
Post Successivo